MARTEDì 20 agosto 2019
ore 21.15
(Chiostri di S.Corona - Vicenza)

7 uomini a mollo LOCANDINA

Regia
Gilles Lellouche
Genere
COMMEDIA
Durata
122'
Anno
2018
Produzione
ALAIN ATTAL, PATRICK QUINET, HUGO SÉLIGNAC PER CHI-FOU-MI PRODUCTIONS, LES FILMS DU TRÉSOR
Cast

Mathieu Amalric (Bertrand), Guillaume Canet (Laurent), Benoît Poelvoorde (Marcus), Jean-Hugues Anglade (Simon), Virginie Efira (Delphine), Leïla Bekhti (Amanda), Marina Foïs (Claire), Philippe Katerine (Thierry), Félix Moati (John), Alban Ivanov (Basile), Balasingham Thamilchelvan (Avanish), Mélanie Doutey (Clem), Jonathan Zaccaï (Thibault), Noée Abita (Lola), Claire Nadeau (La madre di Laurent), Sam Chemoul

 

Nato il 5 Luglio 1972 a Caen. Gilles Lellouche è un artista molto conosciuto in Francia, meno popolare nel resto del mondo. Ha lavorato spesso al fianco di Marion Cotillard e ha instaurato un sodalizio artistico con Guillaume Canet. Ma non è rimasto ai margini e ha voluto andare oltre, osare la commedia per poi tornare al dramma, senza irrigidirsi in una macchietta.
Dopo il diploma in arte drammatica ottenuto al Cours Florent di Parigi, realizza il primo cortometraggio in veste di regista, 2 minutes 36 de bonheur (1996). Nello stesso periodo mette in pratica gli anni di studio e debutta come attore nel corto Ah les femmes (1995), seguito da piccoli ruoli marginali in Les soeurs Hamlet (1996), le commedie Folle d'elle (1998) di Jérôme Cornuau e Mes amis (1999) di Michel Hazanavicius, ma soprattutto in Mia moglie è un'attrice (2001) di Yvan Attal, con Charlotte Gainsbourg e Terence Stamp, dove Lellouche interpreta un poliziotto.
Dopo diverse partecipazioni in alcuni cortometraggi francesi, ottiene una parte più rilevante nel film Mon Idole (2002) di Guillaume Canet, dove le contraddizioni della televisione vengono messe sotto accusa. Nel 2003 dirige il cortometraggio Pourkoi... passe, contenuto nel film ad episodi Zéro un, poi ritorna a recitare nella favola Amami se hai il coraggio (2003) di Yann Samuell. Ma non rinuncia alla regia, così decide di dirigere, assieme a Tristan Aurouet, il film drammatico Narco (2004) dove racconta la storia di Gus (interpretato dall'amico Guillaume Canet), vittima di una narcolessia che gli fa sognare di essere accanto ai supereroi fumettistici. Nel film fa anche un piccolo cameo nella parte di un twin skater.
Si fa dirigere da numerosi registi francesi, tra i quali spicca Jérôme Salle che lo vuole nel thriller romantico Anthony Zimmer (2005) con Sophie Marceau e Yvan Attal. Successivamente affianca Marion Cotillard nella commedia sentimentale Ma vie en l'air (2005) e l'inglese Kristin Scott Thomas nella crime story Ne le dis à personne (2006) diretto dall'amico Guillaume Canet. Beato tra donne bellissime (Catherine Deneuve, Emmanuelle Béart e Miou-Miou), recita nella commedia drammatica Le héros de la famille (2006) di Thierry Klifa. Il 2007 è un anno fortunato perché finalmente ottiene un ruolo da protagonista: è Thomas Walkowic nella commedia Ma vie n'est pas une comédie romantique (2007) di Marc Gibaja, dove duetta con la dolce e tormentata Marie Gillain.
La sua versatilità viene finalmente utilizzata per ruoli importanti che gli permettono di esprimere tutto il suo talento. Così prende parte al drammatico Le dernier gang (2007), al thriller La chambre des morts (2007) e a Parigi (2007) di Cédric Klapisch, prima di tornare alla commedia con Le premier jour du reste de ta vie (2008) di Rémi Bezançon.
Assieme a Vincent Cassel recita in Nemico pubblico n.1 - L'istinto di morte (2008) di Jean-François Richet. E dà il via ad una serie di film dedicati all'azione. Criminale nel caso del lungometraggio d'animazione Les Lascars (2009), dove presta la voce a Zoran, personaggio sregolato della banlieue parigina. Avventurosa per quel che riguarda invece Adèle e l'enigma del faraone (2010) diretto da Luc Besson, dov'è l'ispettore Caponi. Ritrova Marion Cotillard nel cast di Piccole bugie tra amici (2010), una rivisitazione alla francese del 'grande freddo' americano, diretta da Guillaume Canet ed è insieme a Jean Dujardin alla regia e nel cast de Gli infedeli, film sull'infedeltà maschile.

 

 

credits:

http://www.cinematografo.it

http://www.mymovies.it

http://www.movieplayer.it